Santuario di Santa Maria dei Miracoli PDF Stampa E-mail
mercoledì 04 febbraio 2009

 

 Image

 

Il complesso è posto a mezza costa del Monte Albino, la verde montagna che domina tutto l’insediamento nocerino; fu fondato nel 1530 dal soldato nocerino Giovan Battista Castaldo e ospitò fin dall’origine uno dei pochi dipinti originali di Raffaello presenti nel Mezzogiorno, la c.d. Madonna d’Alba, oggi a Washington. Meta di pellegrinaggi in primavera, lo si raggiunge da una strada asfaltata, che arriva alla base del santuario, da dove parte una scalinata che arriva all’edificio. Il complesso, anticamente servito dagli olivetani che vi avevano eretto un monastero, fu seriamente danneggiato da una frana nel 1745, in seguito alla quale venne riattato nel 1819, quando si riaccese il culto per la Madonna dei Miracoli. Un’ampia e lunga scala coperta, illuminata da finestroni a tutto sesto, conduce alla chiesa (non visibile dall’esterno), di dimensioni contenute a navata unica con altari e cappelle e con una cupola che domina il presbiterio. All’interno, epigrafi, dipinti, sculture ed ex voto.

Image