Cerca in Google

Il sondaggio

Iscriviti alla Newsletter




Cerca in NoceraTV

Curiositą

 

Nocera: Inciviltą e sfregio al Convento di Sant'Antonio PDF Stampa E-mail
domenica 17 maggio 2020

Nocera Inf. Convento Sant'Antonio , sfregiato uno dei monumenti più importanti di Nocera e dell'Agro , l'antico Convento di Sant'Antonio.Il convento di Sant'Antonio è posizionato nella sommità del largo omonimo, sul fianco meridionale della collina del Parco di Nocera Inferiore, dominano la piazza con l'imponente scalinata che porta al porticato d'ingresso.L'adiacente chiesa è elevata al rango di Basilica[1] e dedicata ai santi Francesco da Assisi e Antonio di Padova.La costruzione della chiesa di Sant'Antonio dottore, originariamente dedicata a san Francesco, è fatta risalire da più autori al 1256, data della morte del fondatore Guido Filangieri.

L'edificazione era sicuramente conclusa nell'anno 1286, quattro anni prima della morte di Pietro Filangieri (recenti restauri hanno rilevato sul filo inferiore della cornice di tufo grigio la data MCCLXXXVI, pitturata a fresco).

Il complesso fu edificato dopo la cessione, da parte dei frati francescani, di una costruzione minoritica nel sito dell'attuale convento di Santa Chiara alle clarisse che abitavano un monastero a San Pantaleone (abbandonato dopo una violenta alluvione).Nel 1384 il guardiano dei frati minori del Convento, Fra' Francesco da Nocera, fu innalzato vescovo della ricostituita diocesi da papa Urbano VI, prigioniero nel castello del parco. Proprio contro il pontefice, le sale de convento ospitarono, nel 1385 la congiura dei cardinali Marino del GiudiceGiovanni da AmeliaAdam EastonO.S.B.Gentile di SangroBartolomeo di Coturno e Ludovico da Venezia.

sabato sera e non è la prima volta , i soliti ignoti e non solo (ragazzi e ragazze e persone di età elevata si ubriacano e lasciano sulle scale del Covento bottigli vuote, mozziconi di sigarette, plastica etcccuno sfregio alla storia, tra cui la  pulizia poi spetta ai frati e non al comune, essendo proprietà dei frati. Speriamo che quando prima le forze dell'ordine o il Sindaco prende iniziative per fermare questo scempio. 

Image