Cerca in Google

Il sondaggio

Iscriviti alla Newsletter




Cerca in NoceraTV

CuriositÓ

 

Passaggi a livello in tilt: Ŕ panico PDF Stampa E-mail
sabato 31 maggio 2008

ImagePagani. Le sbarre dei passaggi a livello di via Cesarano e via San Francesco sono andate nuovamente in tilt per parecchi minuti provocando non poche difficoltà. Sul posto sono immediatamente arrivati gli agenti della polizia municipale agli ordini del comandante Dino Rossi. I caschi bianchi hanno avuto un bel daffare per ripristinare la circolazione veicolare e per mettere in sicurezza l'intera zona evitando che pedoni o automobilisti restassero pericolosamente fermi sulla strada ferrata.

I residenti e i passanti sono rimasti non poco interdetti dal pericolosissimo episodio che solo il fato ha evitato che si trasformasse in tragedia. E non è certo la prima volta che accade. I treni hanno attraversato regolarmente le strade ferrate anche se le sbarre non erano abbassate. Per fortuna tutto si è risolto solo con una grande spavento e il traffico andato in tilt per diverse ore. Ma l'accaduto ha nuovamente portato sotto i riflettori la spinosa questione relativa all'eliminazione dei famigerati passaggi a livello.

Con particolare riferimento a quello di via Cesarano: in quel punto, infatti, i binari tagliano letteralmente in due parti la città di Sant'Alfonso. E il disagio non è causato soltanto dall'implicita pericolosità: i residenti si lamentano continuamente dell'inquinamento provocato dai gas di scarico (basti pensare alla lunga fila di automobili in coda per attendere l'apertura del passaggio a livello) che rendono l'aria irrespirabile. E poi ci sono i rumori e il traffico caotico che rende via Cesarano impraticabile in quasi tutte le ore della giornata. Eppure si tratta di una delle principali arterie cittadine (tra l'altro, è la strada che conduce alla Basilica di Sant'Alfonso Maria de' Liguori).

Da anni si parla della creazione di sottopassi ma poi, in concreto, non è mai stato fatto nulla. «La polizia locale resta attenta a tutte le problematiche del territorio - ha dichiarato in proposito Franco Schiavo, consigliere comunale delegato alla sicurezza - e naturalmente per il problema che si è presentato questa mattina chiederemo nuovamente un intervento urgente delle Ferrovie dello Stato». Il sindaco Alberico Gambino si sarebbe infatti già messo al lavoro. (di Miriam Carbone)