FOSSO IMPERATORE...Coppie Zozze
luned́ 02 febbraio 2009

 

 

ImageImage

Pubblichiamo una tra le tante lettera che denunciano lo stato di abbandono totale e privo di vigilanza della zona industriale di Fosso Imperatore, pervenuta in redazione -Salve,  mi chiamo Piero Ambruosi.voglio denunciare la mancanza di vigilanza da parte delle autorità nelle strade della zona industriale di fosso imperatore.infatti, come più volte avvisati i vigili verbalmente e telefonicamente, che, tantissime coppie, di sera, sostano indisciplinatamente ovunque trovano unospazio a loro confacente, trovandomi personalmente, ogni mattina schifezze davanti al cancello di ingresso dello stabilimento.La non buona educazione di questi giovani, che capisco per carità è l'età, il loro momento, pero un pò di educazione, una riflessionesu dove stanno gettanto le loro sfogate, penso, che con un pò di senso civico lo dovrebbero capire anche loro che l'indomani in quel posto passeranno persone, uomini e donne che si recano sul posto di lavoro. Vi chiedo, se questi giovani, di cui si dice che sono molto più svegli di noi cinquantenni, e ne sono convinto anche io, allora, perché si comportano come gli animali che, loro, purtroppo, non hanno le mani per raccattare le loro escrementa, non sarebbe materia da discuterne a Scuole, parlarne di educazione sessuale e di come ci si deve comportare quanto pur nella sua ormai naturalezza si fa sesso in macchina, ma ci vuole  tanto a pensare che forse davanti casa loro  non butterebbero mai le schifezze, perche poi ci devono passa loro e i loro familiari o amici, che potrebbero pensare ma che schifezza e questo.allora, perche non  attrezzarsi con una bella busta dove depositare le loro sfogate, che da buon cittadini educati poi la si butta nell'apposito bidone dell'immondizia????? Scusatemi, assolutamente non c'é l'ho con i giovani, ma mi rammarico pensando che loro e i lo figli dovranno vivere in questo mondo, quando noi pur avendo partecipato a degradare il territorio oggi ne prendiamo atto e facendo il mia culpa stiamo cercando con molta fatica di porre rimedio, dove tutti i media ormai ne parlano, è un tema di assoluta quotidianità, dove è impossibile dire non vedo e non sento, ma, forse sono sordi e ciechi per pigrizia, speriamo che questi handicap passino presto a tutti perche il territorio non può più aspettare.          distinti saluti    Piero Ambruosi.