Dipinti napoletani del Sei e Settecento dal Veneto, la mostra resta aperta fino al 6 marzo
luned́ 07 febbraio 2011

Sono oltre mille i visitatori che hanno ammirato le opere esposte nell’ambito della mostra “Dipinti napoletani del Sei e Settecento dal Veneto”, allestita nei saloni di Palazzo Pinto, sede della Pinacoteca provinciale di Salerno, dal 23 dicembre al 30 gennaio. Proprio in considerazione del grande interesse suscitato dall’evento l’Amministrazione guidata dal presidente Edmondo Cirielli ha scelto di prorogarne la durata fino al prossimo 6 marzo, con orario di apertura 9-20 dal martedì alla domenica. Nelle fasce orarie 11-13 e 18-20 è attivo anche un servizio gratuito di visite guidate. Le scuole che intendano usufruire del servizio, però, devono prenotare (tel. 089-225578).Il percorso espositivo presenta in maniera efficace una galleria di opere realizzate dai massimi esponenti del Barocco napoletano, come Luca Giordano, Mattia Preti, Francesco Solimena e Paolo De Matteis, nella prospettiva dei rapporti intessuti con il collezionismo veneto. Una chiave di lettura che si fonda sull’interscambio culturale tra Sud e Nord, proprio in coincidenza del 150° anniversario dell’unità d’Italia.